01 Feb

La Barzelletta Che Fa Ridere Solo Me (3)

I pesci sono gli esseri piu’ sfortunati della terra. Ci avete mai pensato? Un pesce non puo’ far finta di niente quando scoreggia…

(Daniele Luttazzi)

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
01 Feb

Singol

Quando incontro qualche coetaneo accasato la domanda è quasi sempre la stessa : “Allora? ti sei sposato o cosa?”

“No sono (ancora) single”

“Ehhh.. beato te..”

Ora, questa parvenza di invidia non è di solito diretta al pensiero di essere liberi dalla propria moglie/compagna, ma si riferisce alla comune accezione della parola “single”: uomo non impegnato con vita sessuale roboante.

Si pensa quindi che il single sia quello lì che vediamo nei film e nei telefilm, quello che ci viene proposto dalle riviste per maschi.
Un uomo che ha semplicemente scelto di non essere impegnato, e che ritiene più divertente e soddisfacente avere 1000 avventure di una notte, piuttosto che una singola e stabile relazione.

Tutte balle.

O quantomeno tutte balle per quanto riguarda il mio circolo di conoscenze.

I single che conosco io si dividono principalmente in due grandi categorie:

1. chi effettivamente vuole starsene per i cacchi suoi preferendo altre cose alle donne
2. i disperati alla ricerca incessante di una donna

Mentalmente preferisco associarmi alla prima categoria, ma ci sono periodi che scivolo inesorabilmente nella seconda.
Ovviamente in quei periodi lì le donne, che devono avere un fottuto sesto senso, mi rifuggono urlando (tipo Homer Simpson, se ne corrono in giro senza una meta precisa urlando con le mani alzate verso al cielo)

Direi che è corretto coniare un nuovo termine:

“Sei single?”

“Non single. Solo”

“Solo ?!?!?”

“Per scelta ovviamente eh”

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
31 Gen

La Barzelletta Che Fa Ridere Solo Me (2)

In vino Veritas, in scarpe Adidas, in bagno Badedas, in culo Ananas

Chiedo scusa per la volgarità che colpirà la sensibilità di alcuni. Ma a me ha fatto ridere…

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
31 Gen

Donne (3)

“Mi devo comprare una borsa nuova”

“Scusa maaa.. non nei hai mica già tipo 15? E poi… DEVO???!!?”

“Sì, ma cosa vuol dire. Non ho niente che si intona con le nuove scarpe”

“Ho capito maaa… se solo faccio il computo statistico di tutte le combinazioni borsa/scarpe esce un numero per il quale è ASSOLUTAMENTE improbabile che non ne esista almeno una!”

“Uffa! non capisci mai… Sei il solito”

“….”

Donne. Sappiatelo.
So che il 90% degli uomini NON si rendono conto che:

1. avete cambiato borsa
2. che sta da DIO con le scarpe

E so per certo che il rimanente 10% (che se ne accorge) :

1. non sarete mai interessate a quel tipo di uomo lì
2. quel tipo di uomo lì non è interessato a voi

E i paragoni con i nostri technosfizi non reggono

P.S.
E conosco molti uomini che MAI ci metterebbero le mani dentro !

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
31 Gen

Luciano…. 'scolta…

Un giorno ha smesso improvvisamente di farlo.

Oramai era una caratteristica del suo cantato.

Certo, ci si abitua un po’ a tutto e all’inizio non posso negare che mi dava fastidio.

Quella cosa lì del “uiui” di Ligabue era esagerata.
Ogni verso dei suoi testi, finiva inevitabilmente con “uiuiiiii”.

Non dico cose esagerate tipo “siamo qui-ui, già le quattro e, siamo qui-ui”, ma difatto il “uiui” c’era.

Il massimo lo ha raggiunto con Lambrusco Coltelli Rose & Popcorn.
Ricordo che lo ascoltavo a manetta durante la naja, in quei frequenti momenti dove non hai un tubo da fare e devi tirare qualche ora, il mio walkman (essì, son passati un botto di anni eh? manco c’erano gli Mp3) faceva girare la cassettina (peraltro originale) a nastro.

E il “uiui”, diciamocelo, spaccava i maroni un bel po’.

Ma poi ci si affezziona. Dai.

Un giorno il “uiui” è sparito. Credo fosse con la canzone “A che ora è la fine del mondo” (cover che comunque non mi è mai piaciuta un granchè) che sancì la sua fine.

E io mi sono sempre immaginato il manager del Liga che un giorno prende un respirone, decide di afforntarlo e gli dice:

“Luciano… ‘scolta… ‘sto uiui….. bello eh…. caratteristico diciamo… ma mo’ hai un po’ rotto… nulla di personale eh…”

E il “uiui”, quantomeno quello esagerato, è sparito.

P.S.
Sempre meglio di quelli che ai concerti dicono “grrazzieAH”

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
29 Gen

TecnoMamma

La mia mamma (non è la suo foto questa eh) che già da tempi non sospetti mi usa il cellulare, manda gli SMS e fa largo uso di emoticons (le faccine) non cessa di stupirmi.

Oggi mi ha chiesto la possibilità di avere un portatile connesso a internet in wi-fi (lei ha detto “senza fili”, ok. ma lo sa!)

“Cosa te ne fai”, le chiedo io.
“Voglio usare internet, informarmi, partecipare alle discussioni, e contattarvi (io e mio fratello) con quel coso che usate per chattare (intende il messenger ecc.)”

La mia mamma ne sa proprio un bel tot.

La mia mamma spakka una cifra di powah ! 🙂

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
28 Gen

Spaliàm, spaliàm..

3 ore ! Dico, 3 ore per spalare la neve dal cancello fino al parcheggio e diseppellire la mia macchina.

E prima trovala la macchina! Visto il parcheggio di fortuna operato l’altra sera è indistinguibile dagli altri cumuloni di neve.

Ok, ne ha messi giù 70cm (vedi foto).
Ok, non capitava da 20 anni.
Ok, dai. Ci sta.

Il problema è che ora mi sento rotto ovunque. Ho dolore in parti del corpo che manco sapevo potessero indolenzirsi.

Eppure ero baldanzoso del tipo “minkiavadoinpalestradaicanottieriespakkodibestia”.

Ti rendi comunque conto che la tua veneranda (vabbè sù, devo smetterla con ‘sta storia… ai 40 manca ancora un po’) e un lavoro da SEMPRE sedentario genereranno sempre più entropia nel tuo corpo di quanto qualunque palestra potrà mai spazzare via.

Oh tristezza… Oh sorte ria..

(picture courtesy of TagliaBlog)

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
27 Gen

Soccia quanta neve !

Non vedevo così tanta neve almeno dal ‘2.

Dal 2002 intendo.

Non voglio esagerare ma ci sarà quasi mezzo metro e ne continua a venir giù un bel po’.

La mia via è una di quelle viuzzine laterali che non vengono prese in considerazione dall’amministrazione comunale se non ad avvenuto disgelo.

Quindi tipo in marzo sentirò il rapare della lama sull’asfalto oramai nudo. E sarò garrulo.

Non si riesce ad uscire di casa, ma sopratutto anche riuscendoci e vista l’intensità della precipitazione, non si sa se si riuscirà a ritornarci.

Il bello è che al momento sono a casa. E i ricordi volano a quando da bambini nevicava così tanto che le scuole chiudevano.

Oh neve neve. Oh candida neve.
Dove cazzo eri ‘sto Natale ?

webcam

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
27 Gen

Onore e Ansia (2)

Anche oggi sono stato insignito (o solato) dell’ onore di scrivere il quotidiano editoriale per TGM On Line. Qui il link al forum (visto che domani di editoriale ce ne sarà un altro) 😉

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
26 Gen

Manichini

Da qualche tempo tutti i manichini di tutte le vetrine hanno i capezzoli.

I capezzoli a vista intendo. Che si vedono un bel po’.

Ora, io lo noto. Non dico che mi turbano. Anzi proprio no.
Però mi chiedo perchè.

Lo status naturale del seno femminile non mi pare così.
A meno che non faccia freddo o altre cose.

Durante la pubertà mi “scaldavo” anche solo per le spalline a vista.
Ora immagino che i ragazzini, abituati ad essere bombardati da ben altro, non ci facciano manco caso.

Allora perchè ?

Forse che quei manichini vengono pure buoni per usarli come appendino ?

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks