29 Giu

Ogni Lustro Cambi Gusto

Ogni Lustro Cambi Gusto era un proverbio che mi diceva sempre la mia povera nonna.

L’ho sempre interpretato con il fatto che crescendo i tuoi gusti cambiano. Magari a 10 anni andavi pazzo per il gelato al pistacchio ed ora ti fa schifo.

Ci sono quelli invece che non cambiano gusti mai.
Non tanto in campo alimentare (ma anche sì) ma proprio per le passioni che caratterizzano l’intera loro vita.

Tipo sabato scorso ho conosciuto un ragazzo bene o male della mia età, che a 13 anni fu folgorato da Elvis Presley, dal Rock’n’Roll (ma ad essere più precisi dal Rock-a-billy) e dalle Harley Davidson.
Tutto questo ha permeato la sua esistenza tanto che oggi gira con ciuffo e basettoni (anche se moderati) , ascolta solo ed ESCLUSIVAMENTE quella musica lì, per lavoro ripara moto e la sera a casa sua costruisce moto custom e ripara le Harley degli amici. Tra le altre cose è pure un pezzo grosso di un gruppo di Harleyisti della zona, organizza raduni e compare sulle riviste del settore.

Tutto questo da sempre, da 20 anni e passa e probabilmente per tutto il resto della vita.
Sempre la stessa musica, sempre le stesse passioni.

Io sono l’esatto contrario. Di passioni ne avrò avute mille e, da bravo bulimico che sono (in tutto), mi ci sono buttato e le ho consumate nel giro di pochi mesi – raramente arrivo a superare l’anno –
Ho pure avuto un periodo rock-a-billy e giravo pure io con il ciuffo (a 19 anni avevo un botto di capelli eh !!) e ascoltavo gli Stray Cats (e questo mi ha aiutato non poco nella conversazione con il ragazzo appena conosciuto) ma dopo un po’ è finita, e credi di aver avuto il mio periodo Dark o Metal… non ricordo più.

Ma musica a parte, mi partono le scimmie per altre cose.
Tipo quella del Baseball che mi ha portato ad ordinare online le peggio cose (anche qui in 3 mesi ero un fan sfegatato che sapeva tutto di tutto) o quello per gli yoyo, che in verità (ma qui sarà l’età) è durata un po’ di più.

É vero che questo modo di affrontare le cose ti porta ad avere un’infarinatura in un botto di argomenti, e di fare sempre la tua porca figura in molte conversazioni.
Ma è anche vero che:
1. ci spendi un botto di soldi
2. il mio compagno di stanza delle superiori Andrea Formenti soleva dirmi “chi sa un po’ di tutto non sa un bel cazzo di niente”.

Altro proverbio.
Che forse è vero…

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
ico scrive:

ehm adso mi sa che abbiamo conoscenze in comune^^che per caso sto formenti aveva il padre con una ditta di televisori?:asd:

Adso da Melk scrive:

parli del Sig. Formenti della WastingHouse delle Pelliccerie Rox ?no 🙂

ico scrive:

ah ok…si parlavo di lui.^^delle pelliccerie peroò nn sapevo.

Finalmente! Finalmente 2 cose:1) per la prima volta capito (suonerebbe meglio l’anglofono “I stumbled upon) sul sito del mio mito Adso da Melk, che naturalmente non lo sa, ma mi ha praticamente cresciuto!2) finalmente trovo un altro da “un gusto ogni lustro” come me! Anche io, soprattutto da quando c’è internet, e per me c’è dal lontano 1996, cambio passioni e fisse ogni 3 mesi, e finora avevo incontrato solo gente ” alla Formenti”, mentre io vado per la mia strada e ti dico che siamo una subcultura, gente che si riconoscono per strada e si trovano bene l’uno con l’altro!E la nostra cultura è sconfinata!!!

Adso da Melk scrive:

orpo.. grazie di tutto :OEh lo so che siamo una nicchia, ma siamo in pochi casso..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *