26 Ott

Informatichese

Il linguaggio tra tecnici è assolutamente riconoscibile.

Se dici “scrollare il monitor” o “committare la query” diciamo che un ignaro esterno può intuire che trattaci di slang da iniziati.

Però ci sono dei trabocchetti che colgono i più e i meno scafati.

Mandatorio è una parola che pare italiana, ma che italiana non è.

In realtà deriva dalla parola inglese Mandatory, che significa obbligatorio, un termine parecchio presente nei manuali informatici.

E’ che molti non lo sanno e oramai la usano nel linguaggio comune.. anzi scommetto che tra un po’ quei divoratori di crusca dell’accademi me lo inseriranno di riffa o di raffa nel dizionario.

Però è buffo, se senti uno dire “no guarda.. è mandatorio fare questa cosa” e sembra che parli uno che ha una certa dimestichezza con l’italiano.. e forse forse un po’ se ne bulla.

Invece è un pirla.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Civis scrive:

ma le lingue si evolvono. anche cliccare è entrato nel dizionario, e prima non c’era. e se fosse che chi dice mandatorio invece è uno all’avanguardia? uno troppo avanti?

Adso da Melk scrive:

minchia cosa rosichi :)eddai, succede 😛

Civis scrive:

“eddai” nel vocabolario non l’ho trovato 😛

Anonymous scrive:

Neanche rosicone 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *