23 Giu

Donne (15)

Oddio… a dire tutta la verità questo si dovrebbe chiamare Donne & Blog.. ma anche Donne, Uomini & Blog…

Però vediamo…

Ci pensavo l’altro giorno, e ne stavo pure discutendon con PannaSmontata

E’ che sono nei blog da qualche mese.. ah ovvio che stiamo parlando dei blog “personali” diciamo.. quelli non “veri” di gente con i contromaroni che scrive di politica/attualità e quant’altro…

Ma dei blog come quelli che abbiamo tutti, come il mio ecc…

In generale, girando un centinaio dei suddetti sia di uomini che di donne, ho notato questo:

1. Le Donne aprono un blog quando sono in crisi (sentimentale più che altro)
2. Gli uomini aprono un blog per sboroneggiare (vedasi questo) e/o per conoscere le Donne di cui sopra

Nel caso 1. i blog sono pieni di risentimento per l’ex amato (di solito diciamo che sono state lasciate… e male…), e per il genere maschile in generale.. o quantomeno nella prima fase…
La seconda fase si può definire in “esiste l’amore” (e qui parte la fase canzoni e poesie)
La terza “saprò IO amare ancora”
La quarta “esisterà l’uomo per me !!” (quindi diciamo che con gli uomini si comincia a vedere una certa riconciliazione, anche se con un certo sospetto…)

Poi dipende: o conosce qcuno su una chat di incontri (brrrr…) che rivela essersi un degno rappresentante dell’orrida categoria dei maschi (vedi: la scopa e sparisce… anche se lei aveva cmq detto “solo sesso”) e si ricomincia, oppure conosce qcuno che finalmente torna a dare fiducia nell’amore, o si rimette con l’ex.

E il blog si spegne. Ove non addirittura cancellato.

Nel caso 2…. boh.. ho poco da dire 🙂

Diciamo che è chiarissimo quando il blog è impostato sul “conoscere Donne”: è pieno di poesie o racconti romantici… oddio non che creda che sono messi lì apposta per addesco eh… ma il sospetto un po’ c’è…

E poi ci sono quelli con Ego infinito come il sottoscritto (e pure mio fratello va..) che hanno un blog un po’ perchè fa fico e un po’ perchè godono a essere letti (io ogni tanto , e mi vergogno a dirlo, ho pure fatto l’offeso quando qualche amico mi ha detto “no non lo leggo il tuo blog”, ma poi l’allarme è rientrato), alimentando così la nostra megalomania 🙂

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Dottor K scrive:

Buon Adso francamente ci sono un pò di cose che non capisco.Pensi davvero che i blog di politica / attualità abbiano davvero una dignità superiore? Io ho notato che molti di essi sono superficiali e di una banalità sconcertante. Pieni di gente che si sente legittimata a dire la propria a tutti i costi. Senza peraltro averne lo spessore o le capacità.Come sempre non è importante cosa dici ma come la dici.Io ogni tanto mi imbatto in blog creativi, profondi, interessanti e non sarei in grado di classificarli in qualche categoria specifica.Se poi il tuo discorso è relativo allo scarso livello generale dei blog in giro, ti posso rassicurare, non c’è niente di strano.I mondi “virtuali” hanno la stessa percentuale di mediocrità di quelli “reali”: si fa fatica a trovare qualcosa di speciale, qualcosa di davvero valido.Occorre scavare in mezzo a tonnellate di fuffa sia “fuori” che “dentro”.Vorrei però sottolineare che un blog può anche essere uno strumento per confrontarsi e magari anche imparare qualcosa su se stessi e gli altri.Tanto poi come giustamente dici tu la selezione naturale fa si che i blog adibiti al cazzeggio fine a se stesso col tempo muoiono.Per il discorso poesie, non mi sento messo in causa perchè quello che faccio è frutto di scelte molto consapevoli. Ma tanto per chiarire le mie sono esigenze espressive, poi ognuno è libero di vederci quello che vuole.E ognuno è libero di giudicare quello che scrivo, libero di farsene quello che vuole.E poi non c’è nulla di male nel voler essere letti, l’ego non c’entra, è solo desiderio di comunicare.Non ti pare buon Adso?

Adso da Melk scrive:

Ciao Doc,hai espresso la tua opinione e ne sono felice. Solo che sembra quasi una reazione ad un mio “attacco”..Ma tant’è, come ho già avuto modo di dire l’empatia via internet è una bella cavolata.Non mi sono permesso di giudicare ho solo esperesso quello che penso, e l’ho fatto come cerco di fare sempre sul mio blog, ovvero con ironiaLa mia presunzione se vuoi, è quella di scrivere qualcosa di non dico divertente, ma quantomeno di spiritosoChi lo comprende e leggendo il mio blog mi dice “hey lo leggo che mi fai ridere”, mi regala un grande piacere e una tacca alla mia autostima… tutto qui..E cmq credimi… nel MIO caso è proprio Ego 😉

Dottor K scrive:

No problem. Posso rassicurarti che non ho visto nulla di personale nelle tue parole, la parte relativa a me era solo una postilla del mio discorso, se l’avessi omessa, come avrei potuto, sarebbe stato più chiaro quello che volevo dire. Quello che mi ha fatto scatenare la molla e commentare è stato il fatto che non trovo giusto considerare i blog “personali” di serie B rispetto a quelli di certi pseudo-intellettuali del cavolo.E che se è vero che c’è una certa omologazione di forme e contenuti questa rispecchia ogni aspetto del nostro mondo.Tutto qui.Mi rendo anche conto che ho una certa tendenza a rispondere seriosamente a post ironici o “leggeri”, ma sono fatto così accidenti…Spero perlomeno che ora ti sia più chiaro il mio punto di vista.E che il tuo Ego ti conservi così per altri mille anni 😉

Adso da Melk scrive:

no Doc, fermose faccio riferimento a blog “di serie A” è sempre con ironiaO, se vuoi, il tentativo di distaccarsi da una certa corrente “blogger”. Anzi, sopratutto dalla definizione di “blogger”.Non sono un blogger, sono uno che ha un blog. E che ci scrive quel cazzo che gli pare :)ecco 🙂

Io ho aperto un blog perché sono un grafomane, ho un ego un po’ troppo superbo e mi diverto un sacco (per il momento) a scrivere minkiateNon ho nessuna pretesa di fare qualcosa di serio, a mi fanno sorridere quelli che si atteggiano troppo e non hanno un minimo di autocritica e autoironia.Sono d’accordo cul me fradel sulla divisione sessista (donne, picchiatemi che mi piace) e in generale su quello che ha espresso (senza panna, grazie) in questo post.

Dottor K scrive:

Senza ironia Adso, ma cosa intendi per “blogger”?Che differenza c’è con uno che ha un blog?Non saprei rispndere a questa domanda, io non lo so che cosa sono…

Adso da Melk scrive:

Beh, i “blogger” ovvero coloro che hanno un blog sono vengono così identificati dai mediain generale vuol dire appartenere in qualche modo ad un certo movimento di pensiero anche politico”il popolo dei blog” eccuna cosa del genere dai, ti rimando a gugl per gli approfondimenti 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *